Monte Pisano

    text-icon

    Il complesso del Monte Pisano è un piccolo gioiello fra Pisa e Lucca, un complesso unitario di grande valore ambientale e storico che si snoda fra i comuni di Capannori, Lucca, di Buti, Vicopisano, Calci, San Giuliano Terme, Vecchiano

    Il paesaggio del Monte Pisano - dove si alternano terrazzamenti coltivati a olivi, a colline, boschi e rilievi montuosi ricchi di sorgenti e di grotte - è infatti punteggiato da incantevoli borghi, rocche medievali, pievi e chiese romaniche.

    Un territorio circoscritto, la cui bellezza è quella di una natura modellata dall’uomo nel corso dei secoli, e i cui ritmi lenti scanditi dalle attività agricole ne fanno una meta ideale per un turismo lento, che insieme voglia apprezzarne sia storia che cultura.

    L’intero territorio è attraversato da una fitta rete di sentieri che si snodano all’interno delle aree protette, capaci di offrire un’ampia scelta per semplici passeggiate fra terrazzamenti di olivi e boschi di castagno, o trekking più impegnativi con viste mozzafiato.

    Non mancano percorsi adatti al cicloturismo, circuiti a cavallo, attività speleologiche e arrampicata sportiva.

    L’area del Monte Pisano è inoltre ricca di acque sorgive e curative, che hanno dato vita a un patrimonio idrotermale conosciuto fin dalla antichità: l’Acquedotto Mediceo, l’Acquedotto Nottolini, le terme di San Giuliano e Uliveto ne offrono ancora viva testimonianza, avvalendosi da secoli dell’efficacia delle sorgenti che dalla notte dei tempi offrono benessere e prevenzione in maniera naturale.

    Il territorio è ricco di opportunità e attrazioni: dalle storiche Terme “Bagni di Pisa” e la collezione di 25.000 costumi (abiti di scena) della Casa d’arte fiorentina Cerratelli in San Giuliano Terme, il Museo di Storia Naturale e del Territorio nella splendida Certosa di Calci, i borghi medioevali di Vicopisano e Buti, itinerari naturalistici nelle Aree Naturali Protette di Interesse Locale sul Monte Pisano, pregevoli architetture religiose e ville del 1600 – 1700; il Borgo delle Camelie, le Oasi del Bottaccio e della Gherardesca sul lato Capannorese; il complesso monumentale dell'acquedotto del Nottolini su quello lucchese e l’intera via delle acque; numerose manifestazioni culturali distribuite su tutto il territorio nel corso dell’anno. E ancora artigianato artistico, olio di oliva, prodotti straordinari, enogastronomia, sono alcune delle opportunità di questo straordinario territorio.

     

    L'area del Monte Pisano, tra le province di Lucca e Pisa, può vantare 8400 posti letto suddivisi in 489 strutture alberghiere ed extralberghiere. Numeri, questi, che dimostrano la capacità di accogliere molti turisti, come quelli appassionati degli itinerari naturalistici e dei sentieri – che sono oltre 50 per un'estensione complessiva di circa 300 chilometri.

    text-icon
    text-icon
    text-icon