Santallago - sentiero n. 130

Santallago (etimo incerto, ma nulla a che fare con i santi né con i laghi) è un vasto prato a poco più di 700 m di quota, circondato da castagneti di alto fusto, molto frequentato da gitanti domenicali motorizzati (ristorante). Questo lungo itinerario vi sale da San Giusto di Compito e prosegue fino al sommo dell’omonimo “Spuntone” (bella panoramica cima ma non certo appuntita!).

 

Dalla Chiesa di San Giusto si va su a incrociare, subito, l’it.136 e si prosegue a diritto entrando, varcato un ruscelletto, nel solitario vallone di Borgognone, che si risale per vecchia mulattiera sul lato ds or., fino a metter piede sulla strada forestale che scende a Sant’Andrea. Poi ancora per sentiero (o per la forestale se lo si trovasse infrascato) al sovrastante valico di Prato a Sigliori, dove si accosta l’it.128. Con deviazione a sn si va ad altro valico detto di Sasso Balloccioro e ancora per sentiero su per la bella costa alberata del Castagnone (innesto dell’it.132), fino a incrociare altra forestale, dopodiché per breve valletta si è al prato. Per salire allo Spuntone di Santallago si va verso ds allo spartiacque principale (si è vicinissimi allo 0-0) e a sn per il piacevole crinale alla cima, m 842. Un sentieretto, non segnalato, può riportare al prato più direttamente.

 

L’intero percorso ha una lunghezza di km 7 e un dislivello di m 800. Il tempo di percorrenza è di 3 ore circa, più 30 minuti fino allo Spuntone.